domenica 3 novembre 2019

LIBRI MAJRANI IN OFFERTA!!!


PER I BAMBINI DA 8 A 80 ANNI


 



“MineRARI – IL MAGICO MONDO DEI MINERALI”

NUOVO LIBRO DI MINERALOGIA PER BAMBINI DAGLI 8 AGLI... 80 ANNI!!!

“MineRARI – IL MAGICO MONDO DEI MINERALI”


Cari Amici,



con la presente Vi proponiamo una nuova realizzazione editoriale, dedicata ai bambini ed ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni, quindi ai vostri figlioletti o nipotini o piccoli amici (ma che piacerà molto anche ai grandi!). 



Per la prima volta abbiamo affrontato il problema di illustrare e spiegare i difficili concetti base della mineralogia ad un pubblico giovane. E’ stata un’impresa complessa, ma crediamo di esserci riusciti, anche utilizzando uno stile comunicativo facile e divertente.
Gli Autori sono Valentina Quadrio, maestra elementare con esperienza di insegnamento quarantennale, Marco Majrani, mineralogista e divulgatore scientifico, e Roberto Appiani, specialista di fotografia mineralogica di livello internazionale, già autori l’anno scorso di “Gioielli delle Alpi italiane”, volume di grande successo.
Vi proponiamo di prenotare anticipatamente il volume al prezzo speciale di Euro 25 per ogni copia, più 3 euro di spese postali come piego di libri ordinario o più 5 euro per invio raccomandato.
Su ogni copia, a vostra richiesta, verrà inserita una
DEDICA AUTOGRAFA DEGLI AUTORI AL BAMBINO/RAGAZZO DESTINATARIO DEL LIBRO.
Un modo molto simpatico di celebrare il Natale arricchendo e rendendo ancora più importante il regalo e la sorpresa.
Prenotando 3 copie o più, il costo per copia resterà di 25 euro, ma la spedizione sarà gratuita ed effettuata mediante corriere espresso
Tutti gli acquisti saranno regolarmente fatturati e per questo vi invitiamo a inviarci il vostro numero di partita IVA e/o di Codice Fiscale (in assenza di part. IVA). Ricordiamo che gli acquisti di libri possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi alla voce “aggiornamento”.
Il pagamento potrà essere effettuato anche mediante bonifico bancario sul conto della
Majrani Photo snc, presso Banca Sella, agenzia 2 di Via Vincenzo Monti 33 – Milano (Italy)
IBAN  IT 02 T 03268 01602 052580527820
PER ORDINARE LE COPIE BASTA INVIARE UNA MAIL A  marco.majrani@fastwebnet.it
Si può anche cliccare direttamente su https://www.paypal.me/Majrani
per inviare denaro con paypal (è semplicissimo e sicurissimo)
Con profonda gratitudine per il sostegno e per la fiducia nella qualità del nostro lavoro
Gli Autori
Valentina Quadrio, Marco Majrani e Roberto Appiani
 

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL VOLUME

Formato : cm. 30x24 

Pagine: 160

Illustrazioni: oltre 300
Carta: patinata gr. 135
Copertina cartonata, dorso quadrato
Prezzo di vendita al pubblico: euro 30
COPERTINA, CONTROCOPERTINA, SOMMARIO e molte altre immagini 

i giornalisti e i blogger che desiderano pubblicare una recensione del libro possono utilizzare liberamente i testi e le foto presenti su questo sito, citando la fonte.














ulteriore riduzione!

potete cliccare su paypal.me/Majrani
 per inviare denaro con paypal
Cari Amici

  vi propongo interessanti offerte a prezzo di favore riguardanti i libri di Marco e Alberto Majrani:
Il nuovo libro di Alberto Majrani si intitola "L'ASTUTO OMERO - Ulisse, Nessuno, Filottete e il geniale inganno dell'Odissea" e risolve TUTTI (o quasi) i problemi della questione omerica e molti altri sull'origine delle mitologie.Tutte le apparenti incongruenze dell'Iliade e dell'Odissea, che hanno afflitto generazioni di studenti ed insegnanti, istituendo l'irrisolta e micidiale "Questione Omerica", trovano ora una brillante spiegazione; finalmente si riesce a far concordare in modo realistico gli antichi testi con i dati storici e archeologici, rivelando pienamente la genialità del loro autore. Non ci credete? Potete richiedere l'ebook completo con 200 immagini e IL TESTO TRIPLICATO RISPETTO ALLA PRIMA EDIZIONE. Costa solo euro 3,14... Per riceverlo basta inviare una mail ad alberto.majrani@tiscali.it


 L'ebook può essere inviato in formato epub, kindle azw3, o pdf con caratteri grandi o piccoli, o altro ancora su richiesta. Può essere letto su qualsiasi supporto: computer, ipad, tablet, smartphone ecc. Per l'edizione cartacea c'è da aspettare... ma potete prenotarla fin d'ora! Potete chiedere anche l'amicizia ad Alberto Majrani su facebook. Altre informazioni, interviste, immagini  sul blog dedicato con molte anteprime www.astutoomero.blogspot.com



Marco Majrani: "Al tempo dell'Aerostatica" ( novembre 2015, LoGisma Editore) - Edizione speciale fuori commercio autografata e numerata
Prezzo di copertina Euro 35. Ogni copia a Euro 25

Milano e l'Italia vantano prestigiosi e sorprendenti primati storici
nel campo dell'aviazione in genere, e anche nell'aerostatica che ne è
all'origine. L'evento di Expo Milano 2015 ci ha offerto l'opportunità di
riportare alla memoria l'edizione 1906 dell' Esposizione Internazionale
milanese, manifestazione che rappresentò un caposaldo nella storia
della scienza del Novecento, e in particolare nella storia del volo.
Questo saggio vuole ripercorrere in modo organico e inedito la storia
degli eventi che portarono all'evolversi della scienza aeronautica del
nostro Paese, andando così a coprire una lacuna negli studi aeronautici.
Assolutamente originale l'attenta ricostruzione cronoIogica, sviluppata
nelle pagine dedicate a Milano e a Roma, come pure il lungo capitolo
sull'evoluzione e sul futuro delle aeronavi dirigibili, i grandi "vascelli
del cielo", che da decenni non si rassegnano alla scomparsa e tentano
di riaffermarsi. Altrettanto singolare, infine, I'analisi degli aspetti che
legano il volo all'arte, al costume e alle lettere.

264 pagine, oltre 200 illustrazioni a colori e in bianco e nero, con tiratura limitata e numerata. Rilegatura cartonata.


“Aerostati”, Silvana Edizioni, Anno 1999, prezzo di copertina Lit. 90.000
Copie numerate e autografate e con cofanetto contenitore cartonato.
Edizione speciale fuori commercio a Euro 30,00 cadauna
Copie in edizione normale non numerata e senza cofanetto a Euro 20,00 cadauna

“I palloni volanti” Hoepli Editore, Anno 2008, prezzo di copertina Euro 59,00
Ogni copia a Euro 30,00

“Vincenzo Lunardi aeronauta”, LoGisma editore, anno 2011 –VINCITORE DEL PREMIO FIRENZE 2011- Edizione speciale fuori commercio numerata e autografata
Ogni copia a Euro 20,00 Intervista https://www.youtube.com/watch?v=MFe-13HkPv8

E per gli appassionati di archeologia, storia e mitologia:
“Ulisse, Nessuno, Filottete”, LoGisma Editore, anno 2008 – La prima stesura di una nuova e convincente interpretazione dell’Odissea  http://www.logisma.it/ulisse.htm
Ogni copia a Euro 10,00

Tutti i libri possono essere corredati di dedica autografa personalizzata; se desiderate fare un dono ai vostri amici, basta che mi indichiate il nome.

Spese postali incluse nel prezzo!
Sconti ulteriori per grossi quantitativi

Tutti gli ordini saranno regolarmente fatturati. Sui libri non viene applicata l’IVA.

Navigando in internet potrete trovare molte notizie su tutti i libri

Per ordinare e per ulteriori informazioni mandate una mail a alberto.majrani@tiscali.it
GRAZIE!
potete inviare un bonifico oppure cliccare su paypal.me/Majrani
 per inviare denaro con paypal

giovedì 20 luglio 2017

NEOMECENATISMO PER L'ASTUTO OMERO (Cos'è? Leggete il seguito)

ANNUNCIAZIONE, ANNUNCIAZIONE!!!

Carissime e carissimi
Natale si avvicina (eh sì!) e vorreste fare e farvi un regalo particolare e prestigioso? Allora vi piacerà questa proposta: è in preparazione il mio nuovo libro, che risolve una miriade di enigmi storici, archeologici, astronomici e mitologici. Il tutto in modo piacevole e divertente, ma scientificamente corretto. Si intitola L'ASTUTO OMERO e potete leggerne molte anteprime e recensioni entusiastiche sul sito www.astutoomero.blogspot.it . Molti hanno già avuto occasione di apprezzare il mio precedente saggio sull'Odissea, ma qui il testo è quasi triplicato e ci sono più di 200 foto a colori. Un importante editore https://it.wikipedia.org/wiki/Armando_Editore è disponibile, per coprire i costi vivi di stampa di un libro illustrato di 400 e più pagine, a offrire in PREVENDITA A PREZZO SCONTATO un certo numero di copie, e a pubblicare una PAGINA DI RINGRAZIAMENTI per tutti i sostenitori. Chi vuole può già fin d'ora leggere il libro sul suo computer nel formato che preferisce, al prezzo di euro 3,14, che gli sarà scontato con l'acquisto delle copie cartacee. Professori universitari e colleghi giornalisti lo riceveranno gratuitamente su semplice richiesta.
NON E' NECESSARIO che mi inviate i soldi subito, è sufficiente l'impegno a comprare alcune copie, mandando una mail ad alberto.majrani@tiscali.it . Ed ecco le offerte base:

1 solo libro in prevendita a 20 euro anziché 25 o forse più (tutti i prezzi includono le spese di spedizione)
offerta 3x2 , quindi 3 libri a 50 euro, con citazione del nome nella pagina dei ringraziamenti (esempio: Pinco Pallino, Casalpusterlengo)
offerta 10x6 , cioè 10 libri a 150 euro con nome del sottoscrittore e una riga di pubblicità con il nome dell'azienda e/o il sito (tipo: Dott. Pinco Pallino, specialista in endocrinologia, Casalpusterlengo, Lodi, www.pincopal ecc ecc)
offerta 100x50, cioè 100 copie a 1250 euro, con un breve testo e apposizione del logo dell'azienda
offerta 300x150, cioè 300 copie a 3750 euro, con pagina pubblicitaria alla fine
offerta 500x250, cioè 500 copie a 6250 euro con sovracopertina personalizzata
Alcune centinaia di copie verranno inviate in omaggio a licei e università, oltre che a giornali, riviste, radio e televisioni, e quindi il vostro nome e quello della ditta sarà conosciuto in tutta ltalia! Lo sponsor potrebbe poi regalare le copie acquistate ai migliori clienti e fornitori, o magari a qualche personaggio importante. Naturalmente un libro ha un impatto diverso rispetto ad una rapida apparizione televisiva o alla pubblicità su di una rivista, dato che i libri vengono regalati, prestati, conservati e consultati per molto tempo.
allego un'immagine esemplificativa della "tabula gratulatoria" che compare sul libro di mio fratello "Al tempo dell'aerostatica"
attendo le vostre proposte!
A presto
Grazie
Alberto


sabato 14 maggio 2016

Quando il papà intervistò Nordahl (per primo)

La notizia del giorno è che Gonzalo Higuain ha battuto dopo 66 anni il record di reti detenuto da Gunnar Nordahl  https://it.wikipedia.org/wiki/Gunnar_Nordahl. Il campione svedese arrivò al Milan nel gennaio 1949. Nostro padre Guglielmo Mairani (lui si firmava con la i normale) era direttore all'Associated Press di Milano. Tutta la stampa italiana era informata che il calciatore sarebbe giunto in stazione a mezzogiorno con il treno da Amburgo. A quell'ora i giornalisti e i fotoreporter  erano accalcati per tempestarlo di domande e di foto appena sceso dal vagone letto. In quel momento incrociarono nostro padre che stava camminando tranquillamente sul marciapiede verso l'uscita. I colleghi, stupiti, lo apostrofarono: "Ma Mairani, dove va? Non viene a fare l'intervista?". "Chi, io? Ma l'ho già fatta! Sono partito stamattina alle 6 per Chiasso, arrivato alla frontiera sono salito sul treno del ritorno per Milano, ho chiesto al capotreno in quale cabina stava il giocatore svedese, e l'ho intervistato comodamente seduto per due ore..."

martedì 19 aprile 2016

TITO, un cucciolo di sei quintali

Scoperto il primo dinosauro sauropode italiano

 
SCOPERTO “TITO”,
PRIMO DINOSAURO SAUROPODE ITALIANO:
UN TITANOSAURO DI SEI METRI

Le ossa studiate al Museo di Storia Naturale di Milano

Un gruppo di paleontologi, coordinati da Cristiano Dal Sasso (Museo di Storia Naturale di Milano - Comune di Milano Cultura), illustra i risultati, pubblicati sulla rivista internazionale Cretaceous Research,dello studio condotto dopo la scoperta delle ossa fossili trovate su Monti Prenestini, nella provincia romana.
Queste ossa, seppur poche, risalgono a 112 milioni di anni fa e appartengono ad un sauropode, che rappresenta il primo dinosauro erbivoro quadrupede dal collo lungo scoperto in Italia, e il più antico rappresentante del gruppo dei Titanosauri in Europa meridionale.
La presenza in Italia centrale di un dinosauro medio-grande (quando morì, Tito era lungo almeno 6 metri, ma stava ancora crescendo) indica che nel Cretaceo inferiore la nostra paleo-penisola doveva formare una catena di piattaforme più ampie del previsto, che consentivano il passaggio di dinosauri e altri animali terrestri tra Africa ed Europa attraverso il Mare di Tetide, antenato del Mediterraneo. La scoperta dunque aggiunge dati paleogeografici importanti per la conoscenza della preistoria d’Italia.
Ad oggi, Tito è il quinto dinosauro scoperto in Italia, ed il terzo studiato al Museo di Storia Naturale di Milano, museo che così si conferma come centro di eccellenza per le ricerche sui dinosauri italiani.

martedì 27 ottobre 2015

BELLE E PERICOLOSE



LE PIANTE VELENOSE
di ALBERTO MAJRANI


Si sente spesso dire che quando una cosa è naturale non  può far  male, anzi che è senz'altro buona e fa bene... ma  sarà vero?  Mica  tanto:  infatti, la maggior  parte  dei  veleni conosciuti si ricava dal mondo naturale, dagli animali e  in particolar modo dalle piante. Si può senz'altro dire che sui diversi milioni di specie vegetali viventi sul nostro pianeta, solo poche migliaia sono commestibili per l'uomo, mentre le altre sono indigeste o decisamente tossiche. Se non fosse così,  si  potrebbero  mangiare le foglie  degli  alberi,  o l'erba  dei prati, e risolvere facilmente il problema  della fame  nel  mondo,  almeno fino a quando  la  crescita  della popolazione  umana non porterebbe alla completa  distruzione delle  risorse alimentari. Già, ma perché molte piante  sono velenose? A differenza degli animali, i vegetali non possono scappare: non volendo essere mangiati, cercano di difendersi come possono, per cui producono sistemi di difesa meccanici, come spine, gusci, cortecce dure e resistenti, oppure chimici,  come le sostanze tossiche. Spesso l'unica parte  commestibile di una pianta è il frutto, perché in questo modo  il vegetale  si  garantisce  il futuro  della  propria  specie: l'animale  mangia il frutto per intero per poi espellerne  i semi  duri  e indigesti, contribuendo così a  diffondere  la specie su di un'area più vasta. Attenzione, però, questo non vuol dire che tutti i frutti siano commestibili! Quello  che per  un dato animale può essere  tranquillamente   mangiato, può essere estremamente velenoso per un altro animale,  come pure  per l'uomo. Bisogna poi stare molto attenti, prima  di ingerire  qualcosa, a non commettere tragici errori:  piante di aspetto simili ma di specie diverse possono avere effetti completamente opposti; tanto per fare un esempio, è capitato che  dei bambini si siano gravemente avvelenati  confondendo le  pericolosissime  bacche nere dell'edera  con  i  gustosi mirtilli! Quindi,  bisogna avere l'assoluta certezza nell'identificare  una pianta prima di mettere qualcosa in  bocca; ed  occhio  a  quel che combinano  i fratellini o i loro amichetti! L'insidia  può  nascondersi ovunque, anche  nel  giardino  o nell'orto  di casa, e persino negli appartamenti  di  città. Per  esempio,  tutta la pianta della patata è  velenosa,  ad esclusione dei tuberi: ed anch'essi, prima di essere  consumati,  devono essere sbucciati e cotti; comuni piante  ornamentali, come la digitale, l'oleandro, il mughetto,  possono essere  mortali. Sono noti casi di persone che sono  rimaste avvelenate solo per avere inavvertitamente bevuto l'acqua in cui erano stati immersi certi fiori.
Per  quanto  riguarda i semi, è molto raro  che  essi  siano commestibili, proprio perché le piante vogliono evitare  che qualcuno  elimini i loro "figli". E' vero che noi mangiamo i fagioli,  il riso o la farina di grano, però possiamo  farlo solo  dopo averli sottoposti a cottura:  l'alta  temperatura può in taluni casi distruggere le sostanze tossiche. Diverso è  il caso di noci e nocciole, che sono commestibili,  anche se  pesanti  da digerire in dosi massicce; in  questo  caso, oltre  a proteggersi con un guscio durissimo, la  pianta  si affida ad animali come gli scoiattoli, che hanno l'abitudine di seppellire una parte dei semi per l'inverno: qualcuno  di essi  verrà  dimenticato e  potrà  germogliare  indisturbato sottoterra.
Finora abbiamo parlato dei pericoli maggiori,  rappresentati dall'ingestione di parti di piante, ma in molti casi bisogna evitare anche il semplice contatto con le mani: tutti abbiamo  sperimentato le sgradevoli sensazioni di  un  "incontro" con le ortiche, ma sono molti i vegetali che possono  provocare gravi irritazioni alla pelle. Il lattice bianco  contenuto  nelle foglie del fico e delle euforbie  può  provocare delle piccole ustioni, ma è meglio evitare anche di lavorare nell'orto senza usare i guanti da giardiniere; bisogna stare attenti  inoltre a non sfregarsi gli occhi e la  bocca  dopo aver maneggiato le piante, e lavarsi bene le mani. Il massimo  della  tossicità  è  rappresentata  probabilmente  dalla belladonna, che è chiamata così perché un tempo veniva usata come  cosmetico per schiarire la pelle, avvelenando a  lungo andare in modo mortale le donne che ne facevano uso.
"Ecco,  l'ho  sempre detto io che non mi va di  mangiare  le verdure!"-  dirà adesso qualcuno. In realtà  possiamo consumare  tranquillamente quello che compriamo  dal  nostro ortolano,  perché lì troviamo proprio quei vegetali  innocui per  gli  esseri umani, scelti e selezionati  da  secoli  di esperienza; anche se qualche sostanza tossica può essere rimasta in piccole dosi. Come pure conviene lavare bene le piante coltivate per liberarle da eventuali rimasugli dei trattamenti per difenderle  dagli attacchi di insetti, funghi e malattie; i quali possono a loro volta produrre tossine, e proprio questo è uno dei motivi per cui si cerca di combatterli. Più  prudenza va usata con le piante medicinali, che  devono essere preparate con tutte le necessarie  avvertenze  e  dosate nella giusta misura: non ci  si  improvvisa erboristi senza adeguati studi.
E  se  il guaio è già stato combinato, cioè se  qualcuno  ha ingerito una pianta tossica? In questo caso bisogna chiamare immediatamente  un  medico o un'ambulanza, e  rivolgersi  al centro  antiveleni  di un'ospedale conservando  parti  della pianta per consentirne l'identificazione e le cure opportune.

domenica 12 luglio 2015

Rafting, uno sport per tutti



Il Ticino è vicino... Slow Rafting nel Parco del Ticino, l’Amazzonia dietro casa



Anche in Italia, da qualche anno cresce in modo esponenziale la passione per il “Rafting”, sport che deve il proprio nome al termine inglese “raft”, che indica quel particolare gommone inaffondabile che normalmente si utilizza per le discese fluviali. Parliamo di uno sport le cui variabili, di adrenalina, ma anche di rischio, dipendono dal corso d’acqua che si intende affrontare. Nella maggior parte dei fiumi, italiani e internazionali, fare rafting significa sicuramente bagnarsi dalla testa ai piedi, ma purtroppo, non raramente, anche venire sbalzati fuori dal gommone con tutti i rischi conseguenti. Ma non è sempre così. In ogni parte del mondo esistono fiumi più “tranquilli”, quelli che in gergo tecnico vengono classificati di “I° grado o classe 1”, come il maestoso e placido Ticino, immerso nell’omonimo parco naturale, istituito nel 1974.

Fare rafting sul Ticino, significa, potersi godere l’emozione adrenalinica, comunque presente, di una navigazione fluviale attiva, ma senza il fastidio di uscirne bagnati fradici, né tantomeno il pericolo di cadere in acqua e farsi male.
Non a caso l’associazione sportiva che lo propone, denominata “AqQua”, ha coniato per quest’esperienza unica in Italia il neologismo “Slow Rafting”.
“Abbiamo scelto di definirlo in questo modo – racconta Alberto Vincenzi, presidente e coordinatore tecnico di AqQua – “proprio per trasmettere la particolarità dell’esperienza che proponiamo. Una discesa slow e rilassante, in un contesto incontaminato di natura mozzafiato e puro silenzio. Volatili di rara bellezza che attraversano il maestoso corso d’acqua ticinese, isolotti disabitati, nei quale fare una sosta per un bagno rinfrescante o per uno spuntino e variazioni affascinanti nella navigazione, che alternano tratti di ampio respiro con atmosfere “amazzoniche” a tunnel acquatici interamente coperti dal verde variegato della vegetazione circostante”.
L’associazione AqQua è ospitata all’interno della sede della Centrale Idroelettrica “Ludovico il Moro”, splendido edificio in stile Liberty costruito agli inizi del ‘900. Al suo interno le turbine attualmente in produzione e quelle originarie ristrutturate. La centrale è visitabile gratuitamente, previa prenotazione.

I percorsi

Il Ticino è un fiume navigabile per 110 km dal Lago Maggiore sino alla sua confluenza nel Po’, dopo Pavia. I percorsi proposti da AqQua si snodano da Magenta a Vigevano, oppure da Bereguardo, presso il ponte delle Barche, fino a Pavia. Il primo percorso transita attraverso uno dei tratti più incontaminati del fiume, lontano da strade rumori e costruzioni. Il fiume si dirama in infiniti canali e non permette la navigazione con mezzi a motore di grossa portata, garantendo silenzio e intimità con la natura. Per questo tratto la partenza è prevista dalla base di Vigevano.
Per il secondo tratto l’ambiente naturale rimane intatto nella parte iniziale per poi inserirsi nel contesto storico quando si oltrepassa il Lido di Pavia, la seconda base nautica di AqQua, istituita per i tragitti del basso Ticino. In questo percorso, meno “wild”, la navigazione permette di godere, dall’acqua, la vista della cupola del Duomo di Pavia, passando attraverso lo storico Ponte Coperto, “salutati” dalla Statua della Lavandaia per poi attraversare tutto Borgo Ticino dove si conclude il tragitto. La difficoltà del fiume resta sempre sul I° grado ovvero, da classificazione della FIRAFT (la federazione italiana rafting), facile.

Giornata o weekend “Into the wild”

Un’ intera giornata, o addirittura un weekend sul fiume, alla scoperta delle lanche, della flora e della fauna del Parco con la pausa pranzo, o la cena e pernottamento in tenda, su un’isola deserta da sogno, nella quale potersi abbandonare di fronte a un panorama “wild” senza soluzione di continuità, immersi nella natura incontaminata del Parco del Ticino.
Una giornata, o un weekend, scanditi dal ritmo della navigazione, toccando gli angoli più incantevoli del Ticino. Fiume che regala da sempre oro e sassi bianchi, legna, pesci in abbondanza, racconti e storia. Fiume maestoso e affascinante che nutre risaie e rogge irradiando vita intorno a sé. Un viaggio sulle sue acque, ma anche sulle strade e nella memoria di un territorio ad esso intimamente legato. Fiume sul quale, con un po’ di fortuna, si possono incontrare ancora oggi i cercatori d’oro, gli ultimi eredi e “custodi” dei segreti, tramandati da generazioni, di quest’affascinante tradizione.


Come

Per prenotare un’esperienza di rafting sul Ticino, o in alternativa, di kayak/canoa canadese, si può scrivere a info@raftingsulticino.it  o telefonare al numero 349 5560078.

L’abbigliamento è “libero”, purché dia la possibilità di muoversi comodamente. AqQua prevede ad ogni aspetto inerente la sicurezza, fornendo pagaie, caschetti e ausili al galleggiamento.

Dove

Base nautica di Vigevano presso la storica centrale idroelettrica “Ludovico il Moro” in Via T. Edison 4, Vigevano. Base nautica di Pavia presso il Lido di Pavia in strada del Canarazzo, Pavia.
Da MILANO: tangenziale ovest uscita “Nuova Vigevanese” in direzione Abbiategrasso. Superare Abbiategrasso in direzione Vigevano, passare il ponte sul Ticino e al primo semaforo dopo il ponte svoltare a destra. Seguire indicazioni Centrale ENEL e Parco Ideale.

Costi: per un’esperienza di rafting a partire da € 20 per i ragazzi ed € 25 per gli adulti. Per un’esperienza di kayak/canoa canadese a partire da € 24 per i ragazzi ed € 30 per gli adulti.

Informazioni al pubblico: info@raftingsulticino.it – Tel. 349 5560078 www.raftingsulticino.it

Informazioni alla stampa: Passaparola - Tel. 02 95380286 – 328 7321253 – info@passaparolarp.it

mercoledì 24 giugno 2015

Spinosaurus, un mostro in mostra

Spinosaurus, non bello ma simpatico... un tipo, diciamo
97 milioni di anni ben portati
In mostra a Palazzo Dugnani, via Manin 2, Milano, fino al 10 gennaio 2016

http://www.spinosaurus.eu/index.php

Dal 6 giugno 2015 al 10 gennaio 2016
SPINOSAURUS, IL GIGANTE PERDUTO DEL CRETACEO
La nuova sede espositiva del Museo, presso Palazzo Dugnani in via Manin 2, ospita una mostra il cui “pezzo forte” è lo Spinosaurus aegyptiacus, il più grande dinosauro predatore mai esistito (15 metri) nonché primo dinosauro semi-acquatico che si conosca. La mostra illustra la recente scoperta, gli studi condotti per ricomporne lo scheletro fossile e l'antico ambiente in cui lo spinosauro viveva. La mostra è prodotta da National Geographic in collaborazione con il Museo di Storia Naturale di Milano, The University of Chicago e Geo-Model.
Ingresso a pagamento.