mercoledì 17 novembre 2021

LIBRI MAJRANI IN OFFERTA!!!

 

Sei un libraio? Puoi ordinarmi i libri CON ULTERIORE SCONTO  e ti invierò le copie con regolare fattura

Sei un insegnante e vuoi pagare con la carta docente? Basta che lo richiedi al tuo libraio e lui lo richiederà a me! Mi trova subito cercando www.filottete.it su internet
 
 
🎈Marco MAJRANI🎈 grande appassionato aerostatico, 🎈 giornalista e scrittore, ci propone la sua ultima creazione:
DONNE & PALLONI 🎈

Si tratta di un volume dedicato alle donne che si sono distinte nel volo aerostatico, per il loro coraggio e la loro costanza, oltre che per la loro grande abilità tecnica. Un'opera del tutto inedita e sorprendente, che svelerà le incredibili storie che resero famose tante valentissime aeronaute nel passato e anche nel presente. Una lettura avvincente che riempirà di stupore e ammirazione. Donne meravigliose e affascinanti che inneggiano alla assoluta parità dei sessi.
Il libro è arricchito da notizie utili per chi volesse approfondire la tematica legata alle mongolfiere e ai palloni aerostatici. Prezzo euro 20 incluse le spese postali
Marco Majrani email: marco.majrani@fastwebnet.it 










 
 
 
 e  ancora...
 
NUOVA PROPOSTA EDITORIALE DEDICATA AGLI AMANTI DELLA
AEROSTATICA, DELL’ESPLORAZIONE, DELLA NATURA E DELLA MONTAGNA

Cari Amici,
ho il piacere di presentarvi la mia nuova iniziativa editoriale, un volume di particolare interesse:


Paolo Andreani, aeronauta, naturalista, esploratore, alpinista. Le grandi imprese di un illustre milanese del Settecento

 PER ORDINARE LE COPIE BASTA INVIARE UNA MAIL A  marco.majrani@fastwebnet.it



Copia numerata e firmata (500 copie stampate fuori commercio). Pag. 216, formato 30x24, copertina cartonata. Anche con dedica personalizzata a richiesta.

Costo Euro 35 + spese postali (piego di libri, 2 euro; piego di libri raccomandato, 5 euro). Per acquisti oltre le 3 copie, spedizione gratuita per corriere espresso.

Richiedere fattura e/o ricevuta fornendo dati per la fatturazione.


Paolo Andreani - il personaggio


Si può dire che il nobile milanese Paolo Andreani (1763-1823) abbia vissuto diverse vite nel pieno dell’epoca dei Lumi! Il suo carattere eclettico e irruente lo spinse ad approfondire svariate materie e discipline: dall’alpinismo all’esplorazione, dalla geologia alla mineralogia e a tutte le altre branche delle scienze naturali, dall’architettura alla finanza, dalle scienze sociali alla etnografia, non trascurando di immergersi nel commento politico e perfino nella linguistica. Un personaggio eclettico e straordinario, “fuori dal coro”, la cui conoscenza merita di essere approfondita, senza arrestarsi all’episodio che alla fine del Settecento lo rese celeberrimo, essendo il primo uomo nel nostro Paese e tra i primissimi al mondo a volare a bordo di un aerostato, decollando due volte dalla sua villa a Moncucco di Brugherio, alla periferia del capoluogo lombardo, il 25 febbraio e il 13 marzo 1783.


Recensione dell'astronauta Paolo Nespoli 
 
Ho recentemente incontrato Marco Majrani al Parco e Museo del Volo di Volandia e ho visitato la sezione di aerostatica da lui curata. Già conoscevo il suo saggio su Vincenzo Lunardi, che avevo particolarmente apprezzato. Ora Majrani propone questa nuova ricerca storica su un grande e quasi sconosciuto aeronauta milanese, Paolo Andreani. Ma perché mai un astronauta dovrebbe commentare un libro che racconta la storia dei primi tentativi di volo eseguiti dagli aeronauti? In apparenza non c’è nulla di più lontano. La lentezza dell’aerostato paragonata alla straordinaria velocità delle stazioni spaziali orbitanti! Eppure l’astronautica nasce dall’aerostatica. I primi uomini ad ascendere nella stratosfera furono aeronauti: Auguste Piccard, nel lontano 1931 e diversi coraggiosi americani e sovietici nei primi anni ’60, a bordo di palloni che raggiunsero quote di oltre 30000 metri. Quegli esperimenti aprirono le porte alle moderne imprese spaziali, realizzando le prime sperimentazioni di materiali e l’affinamento di tecnologie ancor oggi validamente applicate. 

Il libro di Majrani valorizza giustamente le figure di questi antichi precursori, il cui coraggio rasentava l’incoscienza, contrapponendoli al moderno approccio con le più audaci sperimentazioni. Il lontano evento di Brugherio rivive nelle attuali imprese, per il fine esplorativo che le contraddistingue. Un volume da leggere tutto d’un fiato, apprezzando il ritratto di un personaggio sicuramente “con luci ed ombre”, ma comunque da annoverare tra i grandi pionieri della ricerca scientifica.
Paolo Nespoli 

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/60/Paolo_A._Nespoli_2016.jpg

 L’opera è frutto di una lunghissima ricerca storica e geografica. Il grande formato e la raffinata veste editoriale lo classificheranno come un piccolo gioiello editoriale.

Per gli appassionati di aerostatica, alpinismo, geomineralogia e storia geografica, questo libro permetterà inoltre di rivivere in una chiave diversa le grandi imprese degli esploratori del Settecento. Andreani, infatti, non fu solo il primo aeronauta italiano, ma anche un personaggio poliedrico. La sua vita avventurosa si inserisce mirabilmente nella storia del Settecento europeo e nordamericano. 
Tutti gli acquisti saranno regolarmente fatturati (dal 1° gennaio 2020 la fattura elettronica sarà obbligatoria anche per vendite ai privati) e per questo vi invitiamo a inviarci il vostro numero di partita IVA e/o di Codice Fiscale (in assenza di part. IVA). Ricordiamo che gli acquisti di libri possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi alla voce “aggiornamento”.
Con la fattura riceverete le istruzioni per il pagamento, effettuabile mediante bonifico bancario o PayPal. Potrete pagare anche DOPO la consegna dei volumi.



SPONSOR
Sono valutabili personalizzazioni di lotti di volumi, a partire dalle 50 copie in su (sovracoperte e confezioni speciali, pagine introduttive dedicate all’Azienda, pubblicazione logo azienda).

Con profonda gratitudine per il sostegno e per la fiducia nella qualità del nostro lavoro

L’Autore:

Marco Majrani




Edizione speciale numerata non in commercio e con dedica dell’Autore


L’Autore

Marco Majrani è nato a Milano nel 1952. È laureato presso l’Università Statale di Milano in scienze naturali con il massimo dei voti e con specializzazione in mineralogia. Ha seguito le orme del padre fin da giovanissimo, dedicandosi alla fotografia, al giornalismo scientifico e all’esplorazione geografica. Ha partecipato a oltre quindici spedizioni alpinistiche nelle zone più remote del globo ed ha organizzato diversi viaggi di esplorazione, soprattutto nelle regioni andina e himalayana. Con il fratello Alberto ha creato uno dei maggiori archivi fotografici privati italiani, collaborando con tutte le più importanti riviste di geografia e natura nazionali, sulle quali ha pubblicato centinaia di articoli. Vanta numerose apparizioni in programmi televisivi ed è stato tra gli autori del programma di Canale 5 “Paese che vai” con Licia Colò e Corrado Tedeschi, andato in onda nel 1996-7. Dal 1989 segue anche i raduni dei palloni aerostatici e dal 1997 al 2002 ha presieduto la Federazione Aerostatica Italiana, da lui stesso fondata. Considerato tra i maggiori esperti mondiali sui pionieri del volo, è autore di numerosi libri e saggi sul tema ed è curatore del settore relativo al più leggero dell’aria del Museo di Volandia a Malpensa, il più grande museo aeronautico italiano.
È ideatore del “Festival del Volo”, evento aeronautico che ha richiamato decine di migliaia di spettatori a Monza nel 2016 e a Milano nel 2017-8-9.
Nell’àmbito del Club Alpino Italiano è membro della Commissione Scientifica Nangeroni da oltre 30 anni e dal 2015 ne è il presidente. E’ stato anche componente del direttivo del CAI Milano per oltre 12 anni e membro del Comitato Scientifico Centrale. Tra i suoi hobby la musica e il canto in un importante coro polifonico dilettantistico milanese, l’organizzazione di eventi tennistici benefici e il collezionismo di documenti scientifici aerostatici.



 PER ORDINARE LE COPIE BASTA INVIARE UNA MAIL A  marco.majrani@fastwebnet.it


PAGINE CAMPIONE DEL VOLUME (con testi provvisori e non corretti)
















ALTRI LIBRI MAJRANI GIA' DISPONIBILI






PER I BAMBINI DA 8 A 80 ANNI


 




“MineRARI – IL MAGICO MONDO DEI MINERALI”

NUOVO LIBRO DI MINERALOGIA PER BAMBINI DAGLI 8 AGLI... 80 ANNI!!!

“MineRARI – IL MAGICO MONDO DEI MINERALI”


Cari Amici,



con la presente Vi proponiamo una nuova realizzazione editoriale, dedicata ai bambini ed ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni, quindi ai vostri figlioletti o nipotini o piccoli amici (ma che piacerà molto anche ai grandi!). 



Per la prima volta abbiamo affrontato il problema di illustrare e spiegare i difficili concetti base della mineralogia ad un pubblico giovane. E’ stata un’impresa complessa, ma crediamo di esserci riusciti, anche utilizzando uno stile comunicativo facile e divertente.

Gli Autori sono Valentina Quadrio, maestra elementare con esperienza di insegnamento quarantennale, Marco Majrani, mineralogista e divulgatore scientifico, e Roberto Appiani, specialista di fotografia mineralogica di livello internazionale, già autori l’anno scorso di “Gioielli delle Alpi italiane”, volume di grande successo.


Vi proponiamo di prenotare anticipatamente il volume al prezzo speciale di Euro 25 per ogni copia, più 3 euro di spese postali come piego di libri ordinario o più 5 euro per invio raccomandato.

Su ogni copia, a vostra richiesta, verrà inserita una

DEDICA AUTOGRAFA DEGLI AUTORI AL BAMBINO/RAGAZZO DESTINATARIO DEL LIBRO.

Un modo molto simpatico di celebrare il Natale arricchendo e rendendo ancora più importante il regalo e la sorpresa.


Prenotando 3 copie o più, il costo per copia resterà di 25 euro, ma la spedizione sarà gratuita ed effettuata mediante corriere espresso


Tutti gli acquisti saranno regolarmente fatturati e per questo vi invitiamo a inviarci il vostro numero di partita IVA e/o di Codice Fiscale (in assenza di part. IVA). Ricordiamo che gli acquisti di libri possono essere detratti dalla dichiarazione dei redditi alla voce “aggiornamento”.


Il pagamento potrà essere effettuato anche mediante bonifico bancario sul conto della

Majrani Photo snc, presso Banca Sella, agenzia 2 di Via Vincenzo Monti 33 – Milano (Italy)
IBAN  IT 02 T 03268 01602 052580527820


PER ORDINARE LE COPIE BASTA INVIARE UNA MAIL A  marco.majrani@fastwebnet.it


Si può anche cliccare direttamente su https://www.paypal.me/Majrani
per inviare denaro con paypal (è semplicissimo e sicurissimo)
Con profonda gratitudine per il sostegno e per la fiducia nella qualità del nostro lavoro
Gli Autori
Valentina Quadrio, Marco Majrani e Roberto Appiani
 

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL VOLUME

Formato : cm. 30x24 

Pagine: 160

Illustrazioni: oltre 300
Carta: patinata gr. 135
Copertina cartonata, dorso quadrato
Prezzo di vendita al pubblico: euro 30
COPERTINA, CONTROCOPERTINA, SOMMARIO e molte altre immagini 

i giornalisti e i blogger che desiderano pubblicare una recensione del libro possono utilizzare liberamente i testi e le foto presenti su questo sito, citando la fonte.
















potete cliccare su paypal.me/Majrani
 per inviare denaro con paypal

 

NUOVO LIBRO DI ALBERTO MAJRANI

   
ANNUNCIAZIONE, ANNUNCIAZIONE!!!
 a prezzo scontatissimo il più bel libro degli ultimi 3000 anni!
 Questo è il mio nuovo libro, che risolve una miriade di enigmi storici, archeologici, astronomici e mitologici. Il tutto in modo piacevole e divertente, ma scientificamente corretto. Si intitola L'ASTUTO OMERO e potete leggerne molte anteprime e recensioni entusiastiche  sul sito https://astutoomero.blogspot.com . Molti hanno già avuto occasione di apprezzare il mio precedente saggio sull'Odissea, ma ora il testo è triplicato e ci sono più di 250 foto a colori.  

Professori universitari, direttori di musei e colleghi giornalisti riceveranno gratuitamente l'ebook su semplice richiesta.

 è sufficiente che mandiate una mail  ad alberto.majrani@tiscali.it per richiedere le copie. Ed ecco le offerte base


Caratteristiche tecniche:
formato 16,8x24
copertina cartonata
carta patinata opaca
428 pagine
250 immagini a colori
Edizione speciale fuori commercio, numerata e firmata, riservata ai sostenitori dell'iniziativa culturale

1 solo libro in prevendita a 28 euro anziché prezzo di copertina 32 (tutti i prezzi includono le spese di spedizione come piego di libri ordinario)

offerta 2 libri a 50 euro (25 euro ciascuno) 
 
 Ogni copia supplementare oltre alle prime 2 a 20 euro cadauna.

offerta 10 libri a 200 euro (20 euro ciascuno) 
 
offerta 100 copie a 1800 euro (18 euro ciascuna), con un breve testo e apposizione del logo dell'azienda o il nome dello sponsor

offerta 500 copie a 8000 euro (16 euro ciascuna), con sovracopertina personalizzata

possibili variazioni e ulteriori personalizzazioni su richiesta

Tutti gli acquisti saranno regolarmente fatturati e fiscalmente detraibili. Ricordiamo che sui libri non viene applicata IVA, essendo già assolta dall'editore.

 

Alcune  copie stampate verranno inviate in omaggio a licei e università, oltre che a giornali, riviste, radio e televisioni
Potete naturalmente condividere questa pagina o girarla a persone che potrebbero essere interessate
A presto
Grazie
Alberto
 
e non dimenticate che potete ancora richiedere in offerta speciale anche gli altri libri dei fratelli Majrani nella stessa spedizione








 

Marco Majrani: "Al tempo dell'Aerostatica" ( novembre 2015, LoGisma Editore) - Edizione speciale fuori commercio autografata e numerata
Prezzo di copertina Euro 35. Ogni copia a Euro 25


Milano e l'Italia vantano prestigiosi e sorprendenti primati storici
nel campo dell'aviazione in genere, e anche nell'aerostatica che ne è
all'origine. L'evento di Expo Milano 2015 ci ha offerto l'opportunità di
riportare alla memoria l'edizione 1906 dell' Esposizione Internazionale
milanese, manifestazione che rappresentò un caposaldo nella storia
della scienza del Novecento, e in particolare nella storia del volo.
Questo saggio vuole ripercorrere in modo organico e inedito la storia
degli eventi che portarono all'evolversi della scienza aeronautica del
nostro Paese, andando così a coprire una lacuna negli studi aeronautici.
Assolutamente originale l'attenta ricostruzione cronoIogica, sviluppata
nelle pagine dedicate a Milano e a Roma, come pure il lungo capitolo
sull'evoluzione e sul futuro delle aeronavi dirigibili, i grandi "vascelli
del cielo", che da decenni non si rassegnano alla scomparsa e tentano
di riaffermarsi. Altrettanto singolare, infine, I'analisi degli aspetti che
legano il volo all'arte, al costume e alle lettere.

264 pagine, oltre 200 illustrazioni a colori e in bianco e nero, con tiratura limitata e numerata. Rilegatura cartonata.


“Aerostati”, Silvana Edizioni, Anno 1999, prezzo di copertina Lit. 90.000
Copie numerate e autografate e con cofanetto contenitore cartonato.
Edizione speciale fuori commercio a Euro 30,00 cadauna
Copie in edizione normale non numerata e senza cofanetto a Euro 20,00 cadauna

“I palloni volanti” Hoepli Editore, Anno 2008, prezzo di copertina Euro 59,00
Ogni copia a Euro 30,00

“Vincenzo Lunardi aeronauta”, LoGisma editore, anno 2011 –VINCITORE DEL PREMIO FIRENZE 2011- Edizione speciale fuori commercio numerata e autografata
Ogni copia a Euro 20,00 Intervista https://www.youtube.com/watch?v=MFe-13HkPv8

E per gli appassionati di archeologia, storia e mitologia:
“Ulisse, Nessuno, Filottete”, LoGisma Editore, anno 2008 – La prima stesura di una nuova e convincente interpretazione dell’Odissea  http://www.logisma.it/ulisse.htm
Ogni copia a Euro 10,00 ; la nuova stesura  su https://astutoomero.blogspot.com 

e ancora  potete ricevere a questo link  https://gioiellidellealpi.blogspot.com/2020/01/nuova-proposta-editoriale-dedicata-agli.html
 Karakorum, inferno di rocce, paradiso di gemme e di cristalli”.







































Tutti i libri possono essere corredati di dedica autografa personalizzata; se desiderate fare un dono ai vostri amici, basta che mi indichiate il nome.

Spese postali incluse nel prezzo!
Sconti ulteriori per grossi quantitativi

Tutti gli ordini saranno regolarmente fatturati. Sui libri non viene applicata l’IVA.

Navigando in internet potrete trovare molte notizie su tutti i libri

Per ordinare e per ulteriori informazioni mandate una mail a marco.majrani@fastwebnet.it oppure a alberto.majrani@tiscali.it
GRAZIE!
potete inviare un bonifico oppure cliccare su paypal.me/Majrani
 per inviare denaro con paypal

venerdì 26 marzo 2021

NEOMECENATISMO PER L'ASTUTO OMERO (Cos'è? Leggete il seguito)

LIBRI MAJRANI IN SUPEROFFERTA NATALIZIA!!!


Carissimi, Natale si avvicina e non sapete che regalo fare e farvi? E godere di parecchi giorni di serio divertimento? Oggi e domani L’ASTUTO OMERO COSTERA’ SOLO 20 EURO. POI IL PREZZO SALIRA’ di UN EURO AL GIORNO fino al ripristino della cifra abituale di 28 euro dall’8 novembre. Quel giorno ordinerò la ristampa di una nuova edizione, non più in formato extralusso con copertina cartonata, ma con copertina più leggera con alette. Quindi se volete le ultime copie con copertina rigida dovete affrettarvi. Restano valide tutte le altre offerte che compaiono qui e se proprio volete esagerare, ci sono le super offerte per grossi quantitativi!

 

NUOVI MECENATI, ORDINATE LA VOSTRA COPIA!!!

COME ACQUISTARE L’ASTUTO OMERO

ANNUNCIAZIONE, ANNUNCIAZIONE!!!


Volete farvi ricordare dai vostri amici e risolvere l'annoso problema dei regali di Natale o di compleanno?
E godere di parecchi giorni di serio divertimento?

Tutto in una volta? Sì, è possibile!
Acquistando a prezzo scontatissimo il più bel libro degli ultimi 3000 anni!

 




Carissime e carissimi

è pronto il mio nuovo libro, che risolve una miriade di enigmi storici, archeologici, astronomici e mitologici. Il tutto in modo piacevole e divertente, ma scientificamente corretto. Si intitola L'ASTUTO OMERO e potete leggerne molte anteprime e recensioni entusiastiche qui sul sito https://astutoomero.blogspot.com  

 QUI LO TROVATE IN  VENDITA A PREZZO SCONTATO ! Chi preferisce può leggere il libro sul suo computer nel formato pdf, al prezzo di euro 6,28, che saranno scontati se vorrà poi comprare la copia cartacea.

Professori universitari, direttori di musei e colleghi giornalisti riceveranno gratuitamente l'ebook su semplice richiesta

Sei un libraio? Puoi ordinarmi i libri a solo 20 euro cadauno e ti invierò le copie con regolare fattura

Sei un insegnante e vuoi pagare con la carta docente? Basta che lo richiedi al tuo libraio e lui lo richiederà a me! Mi trova subito cercando astutoomero su internet

Non vuoi fare la fatica di scrivere una mail? Fai un copia incolla e correggi le parti che ti interessano:

alberto.majrani@tiscali.it

Gent.mo Alberto

desidero acquistare N ... copie de L'ASTUTO OMERO al prezzo di  .... euro cadauna (aggiungere 5  euro per la spedizione con corriere anziché per posta)

Indirizzo di spedizione:

nome e cognome

via

cap città

numero di telefono (serve per lo spedizioniere)

 

E se avete dei dubbi chiedete ad alberto.majrani@tiscali.it !!!


PER ACQUISTARE è sufficiente che mandiate una mail ad alberto.majrani@tiscali.it con l'impegno a comprare una o più copie. Si può  cliccare direttamente su https://www.paypal.com/paypalme/Majrani    per inviare denaro con paypal (è semplicissimo e sicurissimo; non fate caso se vedete comparire il nome Marco, è mio fratello). Se preferite potete inviare la cifra con  bonifico bancario o con assegno, basta richiedermi i dati. Ed ecco le offerte base

Caratteristiche tecniche:

formato 16,8x24

copertina cartonata

carta patinata opaca

428 pagine

250 immagini a colori
Edizione speciale numerata e firmata, riservata ai sostenitori dell'iniziativa culturale


1 solo libro a 28 euro anziché prezzo di copertina 32 (tutti i prezzi includono le spese di spedizione come piego di libri ordinario)

offerta 2 libri a 50 euro (25 euro ciascuno)

Ogni copia supplementare oltre alle prime 2 a 20 euro cadauna.

offerta 10 libri a 200 euro (20 euro ciascuno)

offerta 100 copie a 1800 euro (18 euro ciascuna)

offerta 500 copie a 8000 euro (16 euro ciascuna), con sovracopertina personalizzata

possibili variazioni e ulteriori personalizzazioni su richiesta


Tutti gli acquisti saranno regolarmente fatturati e fiscalmente detraibili. Ricordiamo che sui libri non viene applicata IVA, essendo già assolta dall'editore.


IL VOLUME  SARA' INVIATO PER POSTA OPPURE PER CORRIERE (CON UN PICCOLO SUPPLEMENTO DI 5 EURO) E VI ARRIVERA' A CASA IN POCHI GIORNI

Ma come fa a costare così poco? Considerato la stampa, la grafica e vent'anni di ricerca, un libro di 428 pagine con 250 immagini a colori in edizione lussuosa dovrebbe costare molto di più...lo so, sono trooooppo buono! Se prenotate una sola copia la pagate per intero, ma se vi alleate con un amico, un collega, i soci di un circolo culturale, potete ricevere più libri con un'unica spedizione e approfittare delle favolose offerte! Considerate poi che per metà sul costo di un libro pesano le spese di distribuzione e di libreria, che qui non ci sono perché vi arriva direttamente a casa, e che non avete bisogno di sfogliarlo prima di comprarlo perché ci sono continue anteprime ed estratti. Usando l'autopubblicazione ho potuto oltretutto fare il libro COME VOGLIO IO, e non come vorrebbe l'editore, che magari userebbe cartaccia, e stamperebbe in bianco e nero anziché a colori per risparmiare qualche euro. Grunt!

e non dimenticate che potete ancora richiedere in offerta speciale anche gli altri libri dei fratelli Majrani cliccando qui


 https://scienzaviaggi.blogspot.com/2019/11/libri-majrani-in-offerta.html


Alcune copie stampate verranno inviate in omaggio a licei e università, oltre che a giornali, riviste, radio e televisioni

E se avete dei dubbi chiedete ad alberto.majrani@tiscali.it !!!

Potete naturalmente condividere questa pagina o girarla a persone che potrebbero essere interessate


A presto
Grazie
Alberto

 





martedì 13 ottobre 2020

Ma che freddo fa 2

 Ma che freddo fa 2

Pubblichiamo la petizione sul clima curata dal prof. Uberto Crescenti, Professore Ordinario di Geologia Applicata, in collaborazione con scienziati di fama internazionale, che smentisce le tesi degli ambientalisti di tutto il mondo.

Al Presidente della Repubblica

Al Presidente del Senato

Al Presidente della Camera dei Deputati

Al Presidente del Consiglio

PETIZIONE SUL RISCALDAMENTO GLOBALE ANTROPICO

I sottoscritti, cittadini e uomini di scienza, rivolgono un caloroso invito ai responsabili politici affinché siano adottate politiche di protezione dell’ambiente coerenti con le conoscenze scientifiche. In particolare, è urgente combattere l’inquinamento ove esso si presenti, secondo le indicazioni della scienza migliore. A tale proposito è deplorevole il ritardo con cui viene utilizzato il patrimonio di conoscenze messe a disposizione dal mondo della ricerca e destinate alla riduzione delle emissioni antropiche inquinanti diffusamente presenti nei sistemi ambientali sia continentali che marini.

Bisogna però essere consapevoli che l’anidride carbonica di per sé non è un agente inquinante. Al contrario essa è indispensabile per la vita sul nostro pianeta.

Negli ultimi decenni si è diffusa una tesi secondo la quale il riscaldamento della superficie terrestre di circa 0.9°C osservato a partire dal 1850 sarebbe anomalo e causato esclusivamente dalle attività antropiche, in particolare dalle immissioni in atmosfera di CO2 proveniente dall’utilizzo dei combustibili fossili. Questa è la tesi del riscaldamento globale antropico promossa dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazione Unite, le cui conseguenze sarebbero modificazioni ambientali così gravi da paventare enormi danni in un imminente futuro, a meno che drastiche e costose misure di mitigazione non vengano immediatamente adottate. A tale proposito, numerose nazioni del mondo hanno aderito a programmi di riduzione delle emissioni di anidride carbonica e sono pressate, anche da una martellante propaganda, ad adottare programmi sempre più esigenti dalla cui attuazione, che comporta pesanti oneri sulle economie dei singoli Stati aderenti, dipenderebbe il controllo del clima e, quindi, la “salvezza” del pianeta.

L’origine antropica del riscaldamento globale è però una congettura non dimostrata, dedotta solo da alcuni modelli climatici, cioè complessi programmi al computer, chiamati General Circulation Models. Al contrario, la letteratura scientifica ha messo sempre più in evidenza l’esistenza di una variabilità climatica naturale che i modelli non sono in grado di riprodurre. Tale variabilità naturale spiega una parte consistente del riscaldamento globale osservato dal 1850. La responsabilità antropica del cambiamento climatico osservato nell’ultimo secolo è quindi ingiustificatamente esagerata e le previsioni catastrofiche non sono realistiche.

Il clima è il sistema più complesso presente sul nostro pianeta, per cui occorre affrontarlo con metodi adeguati e coerenti al suo livello di complessità. I modelli di simulazione climatica non riproducono la variabilità naturale osservata del clima e, in modo particolare, non ricostruiscono i periodi caldi degli ultimi 10.000 anni. Questi si sono ripetuti ogni mille anni circa e includono il ben noto Periodo Caldo Medioevale, il Periodo Caldo Romano, ed in genere ampi periodi caldi durante l’Ottimo dell’Olocene. Questi periodi del passato sono stati anche più caldi del periodo presente, nonostante la concentrazione di CO2 fosse più bassa dell’attuale, mentre sono correlati ai cicli millenari dell’attività solare. Questi effetti non sono riprodotti dai modelli.

Va ricordato che il riscaldamento osservato dal 1900 ad oggi è in realtà iniziato nel 1700, cioè al minimo della Piccola Era Glaciale, il periodo più freddo degli ultimi 10.000 anni (corrispondente a quel minimo millenario di attività solare che gli astrofisici chiamano Minimo Solare di Maunder). Da allora a oggi l’attività solare, seguendo il suo ciclo millenario, è aumentata riscaldando la superficie terrestre. Inoltre, i modelli falliscono nel riprodurre le note oscillazioni climatiche di circa 60 anni. Queste sono state responsabili, ad esempio, di un periodo di riscaldamento (1850-1880) seguito da un periodo di raffreddamento (1880-1910), da un riscaldamento (1910-40), ancora da un raffreddamento (1940-70) e da un nuovo periodo di riscaldamento (1970-2000) simile a quello osservato 60 anni prima. Gli anni successivi (2000-2019) hanno visto non l’aumento previsto dai modelli di circa 0.2°C per decennio, ma una sostanziale stabilità climatica che è stata sporadicamente interrotta dalle rapide oscillazioni naturali dell’oceano Pacifico equatoriale, conosciute come l’El Nino Southern Oscillations, come quella che ha indotto il riscaldamento momentaneo tra il 2015 e il 2016.

Gli organi d’informazione affermano anche che gli eventi estremi, come ad esempio uragani e cicloni, sono aumentati in modo preoccupante. Viceversa, questi eventi, come molti sistemi climatici, sono modulati dal suddetto ciclo di 60 anni. Se ad esempio si considerano i dati ufficiali dal 1880 riguardo i cicloni atlantici tropicali abbattutisi sul Nord America, in essi appare una forte oscillazione di 60 anni, correlata con l’oscillazione termica dell’Oceano Atlantico chiamata Atlantic Multidecadal Oscillation. I picchi osservati per decade sono tra loro compatibili negli anni 1880-90, 1940-50 e 1995-2005. Dal 2005 al 2015 il numero dei cicloni è diminuito seguendo appunto il suddetto ciclo. Quindi, nel periodo 1880-2015, tra numero di cicloni (che oscilla) e CO2 (che aumenta monotonicamente) non vi è alcuna correlazione.

Il sistema climatico non è ancora sufficientemente compreso. Anche se è vero che la CO2 è un gas serra, secondo lo stesso IPCC la sensibilità climatica ad un suo aumento nell’atmosfera è ancora estremamente incerta. Si stima che un raddoppio della concentrazione di CO2 atmosferica, dai circa 300 ppm preindustriali a 600 ppm, possa innalzare la temperatura media del pianeta da un minimo di 1°C fino a un massimo di 5°C. Questa incertezza è enorme. In ogni caso, molti studi recenti basati su dati sperimentali stimano che la sensibilità climatica alla CO2 sia notevolmente più bassa di quella stimata dai modelli IPCC.

Allora, è scientificamente non realistico attribuire all’uomo la responsabilità del riscaldamento osservato dal secolo passato ad oggi. Le previsioni allarmistiche avanzate, pertanto, non sono credibili, essendo esse fondate su modelli i cui risultati sono in contraddizione coi dati sperimentali. Tutte le evidenze suggeriscono che questi modelli sovrastimano il contributo antropico e sottostimano la variabilità climatica naturale, soprattutto quella indotta dal sole, dalla luna, e dalle oscillazioni oceaniche.

Infine, gli organi d’informazione diffondono il messaggio secondo cui, in ordine alla causa antropica dell’attuale cambiamento climatico, vi sarebbe un quasi unanime consenso tra gli scienziati e che quindi il dibattito scientifico sarebbe chiuso. Tuttavia, innanzitutto bisogna essere consapevoli che il metodo scientifico impone che siano i fatti, e non il numero di aderenti, che fanno di una congettura una teoria scientifica consolidata.

In ogni caso, lo stesso preteso consenso non sussiste. Infatti, c’è una notevole variabilità di opinioni tra gli specialisti – climatologi, meteorologi, geologi, geofisici, astrofisici – molti dei quali riconoscono un contributo naturale importante al riscaldamento globale osservato dal periodo preindustriale ed anche dal dopoguerra ad oggi. Ci sono state anche petizioni sottoscritte da migliaia di scienziati che hanno espresso dissenso con la congettura del riscaldamento globale antropico. Tra queste si ricordano quella promossa nel 2007 dal fisico F. Seitz, già presidente della National Academy of Sciences americana, e quella promossa dal Non-governmental International Panel on Climate Change (NIPCC) il cui rapporto del 2009 conclude che «La natura, non l’attività dell’Uomo governa il clima».

In conclusione, posta la cruciale importanza che hanno i combustibili fossili per l’approvvigionamento energetico dell’umanità, suggeriamo che non si aderisca a politiche di riduzione acritica della immissione di anidride carbonica in atmosfera con l’illusoria pretesa di governare il clima.

Roma, 17 Giugno 2019

 

COMITATO PROMOTORE

Uberto Crescenti, Professore Emerito di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara, già Magnifico Rettore e Presidente della Società Geologica Italiana.

Giuliano Panza, Professore di Sismologia, Università di Trieste, Accademico dei Lincei e dell’Accademia Nazionale delle Scienze, detta dei XL, Premio Internazionale 2018 dell’American Geophysical Union.

Alberto Prestininzi, Professore di Geologia Applicata, Università La Sapienza, Roma, già Scientific Editor in Chief della rivista internazionale IJEGE e Direttore del Centro di Ricerca Previsione e Controllo Rischi Geologici.

Franco Prodi, Professore di Fisica dell’Atmosfera, Università di Ferrara.

Franco Battaglia, Professore di Chimica Fisica, Università di Modena; Movimento Galileo 2001.

Mario Giaccio, Professore di Tecnologia ed Economia delle Fonti di Energia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara, già Preside della Facoltà di Economia.

Enrico Miccadei, Professore di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Nicola Scafetta, Professore di Fisica dell’Atmosfera e Oceanografia, Università Federico II, Napoli.

 

FIRMATARI

Antonino Zichichi, Professore Emerito di Fisica, Università di Bologna, Fondatore e Presidente del Centro di Cultura Scientifica Ettore Majorana di Erice.

Renato Angelo Ricci, Professore Emerito di Fisica, Università di Padova, già Presidente della Società Italiana di Fisica e della Società Europea di Fisica; Movimento Galileo 2001.

Aurelio Misiti, Professore di Ingegneria Sanitaria-Ambientale, Univesità la Sapienza, Roma.

Antonio Brambati, Professore di Sedimentologia, Università di Trieste, Responsabile Progetto Paleoclima-mare del PNRA, già Presidente Commissione Nazionale di Oceanografia.

Cesare Barbieri, Professore Emerito di Astronomia, Università di Padova.

Sergio Bartalucci, Fisico, Presidente Associazione Scienziati e Tecnolgi per la Ricerca Italiana.

Antonio Bianchini, Professore di Astronomia, Università di Padova.

Paolo Bonifazi, già Direttore Istituto di Fisica dello Spazio Interplanetario, Istituto Nazionale Astrofisica.

Francesca Bozzano, Professore di Geologia Applicata, Università Sapienza di Roma, Direttore del Centro di Ricerca CERI.

Marcello Buccolini, Professore di Geomorfologia, Università Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Paolo Budetta, Professore di Geologia Applicata, Università di Napoli.

Monia Calista, Ricercatore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Giovanni Carboni, Professore di Fisica, Università Tor Vergata, Roma; Movimento Galileo 2001.

Franco Casali, Professore di Fisica, Università di Bologna e Accademia delle Scienze di Bologna.

Giuliano Ceradelli, Ingegnere e climatologo, ALDAI.

Domenico Corradini, Professore di Geologia Storica, Università di Modena.

Fulvio Crisciani, Professore di Fluidodinamica Geofisica, Università di Trieste e Istituto Scienze Marine, Cnr, Trieste.

Carlo Esposito, Professore di Telerilevamento, Università La Sapienza, Roma.

Mario Floris, Professore di Telerilevamento, Università di Padova.

Gianni Fochi, Chimico, Scuola Normale Superiore di Pisa; giornalista scientifico.

Mario Gaeta, Professore di Vulcanologia, Università La Sapienza, Roma.

Giuseppe Gambolati, Fellow della American Geophysica Union, Professore di Metodi Numerici, Università di Padova.

Rinaldo Genevois, Professore di Geologia Applicata, Università di Padova.

Carlo Lombardi, Professore di Impianti nucleari, Politecnico di Milano.

Luigi Marino, Geologo, Centro Ricerca Previsione e Controllo Rischi Geologici, Università La Sapienza, Roma.

Salvatore Martino, Professore di Microzonazione sismica, Università La Sapienza, Roma.

Paolo Mazzanti, Professore di Interferometria satellitare, Università La Sapienza, Roma.

Adriano Mazzarella, Professore di Meteorologia e Climatologia, Università di Napoli.

Carlo Merli, Professore di Tecnologie Ambientali, Università La Sapienza, Roma.

Alberto Mirandola, Professore di Energetica Applicata e Presidente Dottorato di Ricerca in Energetica, Università di Padova.

Renzo Mosetti, Professore di Oceanografia, Università di Trieste, già Direttore del Dipartimento di Oceanografia, Istituto OGS, Trieste.

Daniela Novembre, Ricercatore in Georisorse Minerarie e Applicazioni Mineralogiche-petrografiche, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Sergio Ortolani, Professore di Astronomia e Astrofisica, Università di Padova.

Antonio Pasculli, Ricercatore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Ernesto Pedrocchi, Professore Emerito di Energetica, Politecnico di Milano.

Tommaso Piacentini, Professore di Geografia Fisica e Geomorfologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Guido Possa, Ingegnere nucleare, già Vice Ministro Miur.

Mario Luigi Rainone, Professore di Geologia Applicata, Università di Chieti-Pescara.

Francesca Quercia, Geologo, Dirigente di ricerca, Ispra.

Giancarlo Ruocco, Professore di Struttura della Materia, Università La Sapienza, Roma.

Sergio Rusi, Professore di Idrogeologia, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Massimo Salleolini, Professore di Idrogeologia Applicata e Idrologia Ambientale, Università di Siena.

Emanuele Scalcione, Responsabile Servizio Agrometeorologico Regionale Alsia, Basilicata.

Nicola Sciarra, Professore di Geologia Applicata, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Leonello Serva, Geologo, Direttore Servizi Geologici d’Italia; Movimento Galileo 2001.

Luigi Stedile, Geologo, Centro Ricerca Revisione e Controllo Rischi Geologici, Università La Sapienza, Roma.

Giorgio Trenta, Fisico e Medico, Presidente Emerito dell’Associazione Italiana di Radioprotezione Medica; Movimento Galileo 2001.

Gianluca Valenzise, Dirigente di Ricerca, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Roma.

Corrado Venturini, Professore di Geologia Strutturale, Università di Bologna.

Franco Zavatti, Ricercatore di Astronomia, Univesità di Bologna.

Achille Balduzzi, Geologo, Agip-Eni.

Claudio Borri, Professore di Scienze delle Costruzioni, Università di Firenze, Coordinatore del Dottorato Internazionale in Ingegneria Civile.

Pino Cippitelli, Geologo Agip-Eni.

Franco Di Cesare, Dirigente, Agip-Eni.

Serena Doria, Ricercatore di Probabilità e Statistica Matematica, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Enzo Siviero, Professore di Ponti, Università di Venezia, Rettore dell’Università e- Campus.

Pietro Agostini, Ingegnere, Associazione Scienziati e Tecnolgi per la Ricerca Italiana.

Donato Barone, Ingegnere.

Roberto Bonucchi, Insegnante.

Gianfranco Brignoli, Geologo.

Alessandro Chiaudani, Ph.D. agronomo, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Antonio Clemente, Ricercatore di Urbanistica, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Luigi Fressoia, Architetto urbanista, Perugia.

Sabino Gallo, Ingegnere nucleare.

Daniela Giannessi, Primo Ricercatore, Ipcf-Cnr, Pisa.

Roberto Grassi, Ingegnere, Amministratore G&G, Roma.

Alberto Lagi, Ingegnere, Presidente di Società Ripristino Impianti Complessi Danneggiati.

Luciano Lepori, Ricercatore Ipcf-Cnr, Pisa.

Roberto Madrigali, Metereologo.

Ludovica Manusardi, Fisico nucleare e Giornalista scientifico, Ugis.

Maria Massullo, Tecnologa, Enea-Casaccia, Roma.

Enrico Matteoli, Primo Ricercatore, Ipcf-Cnr, Pisa.

Gabriella Mincione, Professore di Scienze e Tecniche di Medicina di Laboratorio, Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara.

Massimo Pallotta, Primo Tecnologo, Istituto Nazionale Fisica Nucleare.

Enzo Pennetta, Professore di Scienze naturali e divulgatore scientifico.

Nunzia Radatti, Chimico, Sogin.

Vincenzo Romanello, Ingegnere nucleare, Centro Ricerca, Rez, Repubblica Ceca.

Alberto Rota, Ingegnere, Ricercatore presso Cise e Enel.

Massimo Sepielli, Direttore di Ricerca, Enea, Roma.

Ugo Spezia, Ingegnere, Responsabile Sicurezza Industriale, Sogin; Movimento Galileo 2001.

Emilio Stefani, Professore di Patologia vegetale, Università di Modena.

Umberto Tirelli, Visiting Senior Scientist, Istituto Tumori d’Aviano; Movimento Galileo 2001.

Roberto Vacca, Ingegnere e scrittore scientifico.

 

per tornare alla pagina precedente  http://scienzaviaggi.blogspot.com/2012/12/ma-che-freddo-fa.html

sabato 14 maggio 2016

Quando il papà intervistò Nordahl (per primo)

La notizia del giorno è che Gonzalo Higuain ha battuto dopo 66 anni il record di reti detenuto da Gunnar Nordahl  https://it.wikipedia.org/wiki/Gunnar_Nordahl. Il campione svedese arrivò al Milan nel gennaio 1949. Nostro padre Guglielmo Mairani (lui si firmava con la i normale) era direttore all'Associated Press di Milano. Tutta la stampa italiana era informata che il calciatore sarebbe giunto in stazione a mezzogiorno con il treno da Amburgo. A quell'ora i giornalisti e i fotoreporter  erano accalcati per tempestarlo di domande e di foto appena sceso dal vagone letto. In quel momento incrociarono nostro padre che stava camminando tranquillamente sul marciapiede verso l'uscita. I colleghi, stupiti, lo apostrofarono: "Ma Mairani, dove va? Non viene a fare l'intervista?". "Chi, io? Ma l'ho già fatta! Sono partito stamattina alle 6 per Chiasso, arrivato alla frontiera sono salito sul treno del ritorno per Milano, ho chiesto al capotreno in quale cabina stava il giocatore svedese, e l'ho intervistato comodamente seduto per due ore..."

martedì 19 aprile 2016

TITO, un cucciolo di sei quintali

Scoperto il primo dinosauro sauropode italiano

 
SCOPERTO “TITO”,
PRIMO DINOSAURO SAUROPODE ITALIANO:
UN TITANOSAURO DI SEI METRI

Le ossa studiate al Museo di Storia Naturale di Milano

Un gruppo di paleontologi, coordinati da Cristiano Dal Sasso (Museo di Storia Naturale di Milano - Comune di Milano Cultura), illustra i risultati, pubblicati sulla rivista internazionale Cretaceous Research,dello studio condotto dopo la scoperta delle ossa fossili trovate su Monti Prenestini, nella provincia romana.
Queste ossa, seppur poche, risalgono a 112 milioni di anni fa e appartengono ad un sauropode, che rappresenta il primo dinosauro erbivoro quadrupede dal collo lungo scoperto in Italia, e il più antico rappresentante del gruppo dei Titanosauri in Europa meridionale.
La presenza in Italia centrale di un dinosauro medio-grande (quando morì, Tito era lungo almeno 6 metri, ma stava ancora crescendo) indica che nel Cretaceo inferiore la nostra paleo-penisola doveva formare una catena di piattaforme più ampie del previsto, che consentivano il passaggio di dinosauri e altri animali terrestri tra Africa ed Europa attraverso il Mare di Tetide, antenato del Mediterraneo. La scoperta dunque aggiunge dati paleogeografici importanti per la conoscenza della preistoria d’Italia.
Ad oggi, Tito è il quinto dinosauro scoperto in Italia, ed il terzo studiato al Museo di Storia Naturale di Milano, museo che così si conferma come centro di eccellenza per le ricerche sui dinosauri italiani.

martedì 27 ottobre 2015

BELLE E PERICOLOSE



LE PIANTE VELENOSE
di ALBERTO MAJRANI


Si sente spesso dire che quando una cosa è naturale non  può far  male, anzi che è senz'altro buona e fa bene... ma  sarà vero?  Mica  tanto:  infatti, la maggior  parte  dei  veleni conosciuti si ricava dal mondo naturale, dagli animali e  in particolar modo dalle piante. Si può senz'altro dire che sui diversi milioni di specie vegetali viventi sul nostro pianeta, solo poche migliaia sono commestibili per l'uomo, mentre le altre sono indigeste o decisamente tossiche. Se non fosse così,  si  potrebbero  mangiare le foglie  degli  alberi,  o l'erba  dei prati, e risolvere facilmente il problema  della fame  nel  mondo,  almeno fino a quando  la  crescita  della popolazione  umana non porterebbe alla completa  distruzione delle  risorse alimentari. Già, ma perché molte piante  sono velenose? A differenza degli animali, i vegetali non possono scappare: non volendo essere mangiati, cercano di difendersi come possono, per cui producono sistemi di difesa meccanici, come spine, gusci, cortecce dure e resistenti, oppure chimici,  come le sostanze tossiche. Spesso l'unica parte  commestibile di una pianta è il frutto, perché in questo modo  il vegetale  si  garantisce  il futuro  della  propria  specie: l'animale  mangia il frutto per intero per poi espellerne  i semi  duri  e indigesti, contribuendo così a  diffondere  la specie su di un'area più vasta. Attenzione, però, questo non vuol dire che tutti i frutti siano commestibili! Quello  che per  un dato animale può essere  tranquillamente   mangiato, può essere estremamente velenoso per un altro animale,  come pure  per l'uomo. Bisogna poi stare molto attenti, prima  di ingerire  qualcosa, a non commettere tragici errori:  piante di aspetto simili ma di specie diverse possono avere effetti completamente opposti; tanto per fare un esempio, è capitato che  dei bambini si siano gravemente avvelenati  confondendo le  pericolosissime  bacche nere dell'edera  con  i  gustosi mirtilli! Quindi,  bisogna avere l'assoluta certezza nell'identificare  una pianta prima di mettere qualcosa in  bocca; ed  occhio  a  quel che combinano  i fratellini o i loro amichetti! L'insidia  può  nascondersi ovunque, anche  nel  giardino  o nell'orto  di casa, e persino negli appartamenti  di  città. Per  esempio,  tutta la pianta della patata è  velenosa,  ad esclusione dei tuberi: ed anch'essi, prima di essere  consumati,  devono essere sbucciati e cotti; comuni piante  ornamentali, come la digitale, l'oleandro, il mughetto,  possono essere  mortali. Sono noti casi di persone che sono  rimaste avvelenate solo per avere inavvertitamente bevuto l'acqua in cui erano stati immersi certi fiori.
Per  quanto  riguarda i semi, è molto raro  che  essi  siano commestibili, proprio perché le piante vogliono evitare  che qualcuno  elimini i loro "figli". E' vero che noi mangiamo i fagioli,  il riso o la farina di grano, però possiamo  farlo solo  dopo averli sottoposti a cottura:  l'alta  temperatura può in taluni casi distruggere le sostanze tossiche. Diverso è  il caso di noci e nocciole, che sono commestibili,  anche se  pesanti  da digerire in dosi massicce; in  questo  caso, oltre  a proteggersi con un guscio durissimo, la  pianta  si affida ad animali come gli scoiattoli, che hanno l'abitudine di seppellire una parte dei semi per l'inverno: qualcuno  di essi  verrà  dimenticato e  potrà  germogliare  indisturbato sottoterra.
Finora abbiamo parlato dei pericoli maggiori,  rappresentati dall'ingestione di parti di piante, ma in molti casi bisogna evitare anche il semplice contatto con le mani: tutti abbiamo  sperimentato le sgradevoli sensazioni di  un  "incontro" con le ortiche, ma sono molti i vegetali che possono  provocare gravi irritazioni alla pelle. Il lattice bianco  contenuto  nelle foglie del fico e delle euforbie  può  provocare delle piccole ustioni, ma è meglio evitare anche di lavorare nell'orto senza usare i guanti da giardiniere; bisogna stare attenti  inoltre a non sfregarsi gli occhi e la  bocca  dopo aver maneggiato le piante, e lavarsi bene le mani. Il massimo  della  tossicità  è  rappresentata  probabilmente  dalla belladonna, che è chiamata così perché un tempo veniva usata come  cosmetico per schiarire la pelle, avvelenando a  lungo andare in modo mortale le donne che ne facevano uso.
"Ecco,  l'ho  sempre detto io che non mi va di  mangiare  le verdure!"-  dirà adesso qualcuno. In realtà  possiamo consumare  tranquillamente quello che compriamo  dal  nostro ortolano,  perché lì troviamo proprio quei vegetali  innocui per  gli  esseri umani, scelti e selezionati  da  secoli  di esperienza; anche se qualche sostanza tossica può essere rimasta in piccole dosi. Come pure conviene lavare bene le piante coltivate per liberarle da eventuali rimasugli dei trattamenti per difenderle  dagli attacchi di insetti, funghi e malattie; i quali possono a loro volta produrre tossine, e proprio questo è uno dei motivi per cui si cerca di combatterli. Più  prudenza va usata con le piante medicinali, che  devono essere preparate con tutte le necessarie  avvertenze  e  dosate nella giusta misura: non ci  si  improvvisa erboristi senza adeguati studi.
E  se  il guaio è già stato combinato, cioè se  qualcuno  ha ingerito una pianta tossica? In questo caso bisogna chiamare immediatamente  un  medico o un'ambulanza, e  rivolgersi  al centro  antiveleni  di un'ospedale conservando  parti  della pianta per consentirne l'identificazione e le cure opportune.

 Oleandri a Levanto (La Spezia) Chiesa di Sant'Andrea.